Comunicato del Garante n. 105/2019 – Variante al RU per l’individuazione di un’area di trasformazione a destinazione residenziale TR_16A via A. Sordi, Casalone – Adozione ai sensi degli artt. 30-32 della LRT 65/2014.

N. 105/2019 – COMUNICATO DEL GARANTE DELL’INFORMAZIONE E DELLA PARTECIPAZIONE

Il Garante dell’informazione e della partecipazione assume ogni necessaria iniziativa, nelle diverse fasi procedurali di formazione degli atti di governo del territorio, per l’attuazione del programma delle attività di informazione e di partecipazione della cittadinanza alla formazione dell’atto di governo del territorio; e per assicurare l’informazione e la partecipazione dei cittadini e di tutti i soggetti interessati.

Oggetto: Variante al RU per l’individuazione di un’area di trasformazione a destinazione residenziale TR_16A via A. Sordi, Casalone – Adozione ai sensi degli artt. 30-32 della LRT 65/2014.

IL GARANTE DELL’INFORMAZIONE E DELLA PARTECIPAZIONE

(ai sensi degli artt. 36, 37 e 38 della Legge Regionale Toscana n. 65/2014)

PREMESSO CHE

– in data 05/07/2019 il Consiglio Comunale ha adottato con deliberazione n. 66 la “Variante al RU per l’individuazione di un’area di trasformazione a destinazione residenziale TR_16A via A. Sordi, Casalone – Adozione ai sensi degli artt. 30-32 della LRT 65/2014.”

– la DCC n. 66/2019 è pubblicata all’Albo Pretorio online del Comune a partire dal 08/07/2019 (art. 124 del D.Lgs. n. 267/2000 – “Pubblicazione delle deliberazioni”), ai fini del conseguimento dell’esecutività ai sensi del successivo art. 134, ed è successivamente consultabile e disponibile in via telematica sul sito Istituzionale del Comune, nella sezione “Consultazione Atti dell’Ente”, completa di allegati, al seguente link:

https://new.comune.grosseto.it/web/servizi/consultazione-atti-dellente/

SINTESI:

La variante persegue un obiettivo generale di sviluppo economico e sociale del contesto in cui si colloca: fornire una risposta alle esigenze abitative, assecondare una richiesta che testimonia una ripresa dalla generale crisi economica e finanziaria e contribuire al rilancio dell’economa incentivando l’attività edilizia e andando incontro alle iniziative imprenditoriali, acquisire al patrimonio comunale un’area di oltre 5 ettari di superficie che l’Amministrazione, con il nuovo Piano Operativo, potrà pianificare per soddisfare esigenze di interesse pubblico.

Si intende pianificare una nuova area residenziale nel territorio urbanizzato che definisce e completa la zona sud del capoluogo, integrata col tessuto urbano esistente, nel rispetto della viabilità presente e degli elementi qualificanti del tessuto edilizio circostante e senza precludere il potenziamento delle infrastrutture esistenti. La variante prevede un centro polifunzionale ciclo-turistico come intervento da richiedere ai lottizzanti extra oneri rispetto al contributo di cui all’art. 183 della LRT 65/14 e smi ed al contributo di sostenibilità di cui all’art. 26 delle NTA del vigente RU; tale intervento ha la finalità di riqualificare il quartiere “Il Casalone”, attualmente caratterizzato da una marginalità urbana, attraverso il miglioramento infrastrutturale ed il potenziamento dei servizi presenti, dando nuovo impulso alla vocazione turistica della città, creando un quartiere ecosostenibile e ciclo-connesso data la realizzazione della pista ciclabile su via Alberto Sordi, che si collegherà col sistema di ciclabili in corso di realizzazione verso il mare, il Parco della Maremma e verso Roselle.

La variante, per i suoi contenuti, si configura come variante semplificata di cui all’art. 30, c. 2, della LRT. n. 65/2014, in quanto ha per oggetto previsioni interne al perimetro del territorio urbanizzato e non comporta modifiche al Piano Strutturale. La Relazione del Responsabile del Procedimento dà motivatamente atto della riconducibilità della variante alle fattispecie di cui all’articolo 30 e risulta allegata agli atti da adottare, ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 della LRT n. 65/2014.

Con Provvedimento motivato n. 6 del 20 maggio 2019, la Commissione Tecnica ha assoggettato a Valutazione Ambientale Strategica (VAS) la presente variante con la motivazione che non è possibile escludere impatti significativi/negativi sull’ambiente derivanti dall’attuazione dei relativi interventi, e con le seguenti prescrizioni e indicazioni: “1) integrare ed approfondire gli impatti, con particolare riferimento a quelli individuati nel DP come “problematici”; 2) sviluppare l’analisi delle componenti ambientali nei riflessi della pianificazione sovraordinata (PAER, PRQA, PRB), al fine di attenuarne gli effetti; 3) approfondire le interazioni tra le nuove aree di trasformazione limitrofe (TR_07A e TR_05A), il contesto residenziale/commerciale e le relative infrastrutture esistenti; 4) il RA dovrà dare atto delle consultazioni di cui all’art. 23, ed evidenziare come sono stati presi in considerazione i contributi pervenuti.” (Allegato n. 1). Considerato che, essendo la variante in oggetto sottoposta alla procedura VAS, l’approvazione della stessa sarà comunque di competenza del Consiglio Comunale che delibererà a conclusione delle consultazioni VAS e successivamente all’espressione del Parere Motivato redatto dall’Autorità Competente;

INFORMA CHE

– sarà osservato l’iter procedurale disposto dall’art. 32 della LRT n. 65/2014 che stabilisce che il Comune adotti le varianti al Regolamento Urbanistico e pubblichi sul BURT il relativo avviso, dandone comunicazione alla Regione e alla Provincia, sul sito internet del Comune e attraverso l’affissione di manifesti nel capoluogo e nelle frazioni;

– che gli interessati possono presentare osservazioni alla variante urbanistica nei trenta giorni successivi alla pubblicazione sul BURT della deliberazione di adozione della presente variante, le osservazioni tardive non saranno esaminate in quanto pervenute oltre i termini previsti dalla legge;

– il Soggetto Procedente comunicherà all’Autorità Competente l’adozione della variante, trasmettendo il Rapporto Ambientale e la Sintesi non Tecnica e provvedendo alla pubblicazione di un avviso sul BURT e alla relativa comunicazione ai Soggetti Competenti in Materia Ambientale (SCA) per l’attivazione delle consultazioni VAS ai sensi dell’art. 25 della LRT 10/2010 e smi;

– chiunque, ai sensi di quanto previsto dal comma 2 del suddetto articolo, può presentare osservazioni al Rapporto Ambientale e alla Sintesi non Tecnica nei sessanta giorni successivi alla pubblicazione sul BURT del predetto avviso;

– a conclusione delle consultazioni VAS e successivamente all’espressione del Parere Motivato da parte dell’Autorità Competente, dovendosi in tal modo concludere la procedura di Valutazione Ambientale Strategica ai sensi degli articoli 26 e 27 della LRT 10/2010 e smi, l’approvazione della variante in oggetto sarà sottoposta al Consiglio Comunale;

– la pubblicazione degli avvisi sul BURT Parte II è stata richiesta per il giorno 24/07/2019, con prot. n. 113577 del 16/07/2019;

Ai fini dell’informazione e comunicazione ai cittadini tutta la documentazione di cui alla DCC n. 66/2019 e relativi allegati è consultabile:

– presso il Servizio Pianificazione Urbanistica, in formato cartaceo, nei giorni ed orari di apertura al pubblico, martedì e giovedì, dalle ore 9:30 alle ore 12:30, e dalle ore 15:30 alle ora 17:00, Piazza Lamarmora n. 1, Grosseto

– è altresì visionabile nel sito istituzionale del Comune di Grosseto, nella sezione “Amministrazione Trasparente – Pianificazione e governo del Territorio – Elenco dei procedimenti in formato tabellare, raggruppati per strumento urbanistico (anni 2014-2015-2016-2017-2018-2019) – formato ODS”, (sottosezione “Varianti al Regolamento Urbanistico”) al seguente link:

http://web.comune.grosseto.it/comune/index.php?id=4029

in particolare:

la DCC n.66/2019 è raggiungibile al seguente link:

http://web.comune.grosseto.it/comune//fileadmin/user_upload/trasparenza/governo_territorio/CC_2019_66.pdf

gli allegati alla DCC n. 66/2019 sono file compressi in formato zip, raggiungibili al seguente link:

http://web.comune.grosseto.it/comune//fileadmin/user_upload/trasparenza/governo_territorio/all_CC_2019_66.zip

– la sintesi dei contenuti della variante in oggetto, può essere appresa consultando la Relazione del Responsabile del Procedimento, Dott.ssa Elisabetta Frati (elisabetta.frati@comune.grosseto.it) reperibile al link di cui sopra.

– la documentazione inerente la verifica di assoggettabilità a VAS è visionabile nel sito istituzionale del Comune di Grosseto, nella sezione “Amministrazione Trasparente – Pianificazione e governo del Territorio – “Valutazione ambientale strategica (VAS) di piani e programmi” al seguente link:

http://web.comune.grosseto.it/comune/index.php?id=4029

Si avverte che tali contenuti possono essere migrati e reindirizzati nel tempo ad altre pagine o siti web.

Per una forma di partecipazione digitale, in quanto più idonea a raggiungere chiunque abbia interesse a partecipare, si comunica il seguente indirizzo email al quale si possono far pervenire richieste di informazione e/o chiarimenti in merito all’oggetto:

indirizzo di posta elettronica del Garante dell’informazione e della partecipazione

garante.infopart@comune.grosseto.it

Grosseto, 16/07/2019

Il Garante dell’informazione e della partecipazione

Dott.ssa Barbara Rocchi