Comunicato del Garante n. 106/2019 – Variante al RU per l’individuazione di un’area di trasformazione a destinazione commerciale produttiva denominata TRpr_04A sulla via Scansanese – Adozione ai sensi degli artt. 30-32 della LRT 65/2014.

N. 106/2019 – COMUNICATO DEL GARANTE DELL’INFORMAZIONE E DELLA PARTECIPAZIONE

Il Garante dell’informazione e della partecipazione assume ogni necessaria iniziativa, nelle diverse fasi procedurali di formazione degli atti di governo del territorio, per l’attuazione del programma delle attività di informazione e di partecipazione della cittadinanza alla formazione dell’atto di governo del territorio; e per assicurare l’informazione e la partecipazione dei cittadini e di tutti i soggetti interessati.

Oggetto: Variante al RU per l’individuazione di un’area di trasformazione a destinazione commerciale produttiva denominata TRpr_04A sulla via Scansanese – Adozione ai sensi degli artt. 30-32 della LRT 65/2014

IL GARANTE DELL’INFORMAZIONE E DELLA PARTECIPAZIONE

(ai sensi degli artt. 36, 37 e 38 della Legge Regionale Toscana n. 65/2014)

PREMESSO CHE

– in data 05/07/2019 il Consiglio Comunale ha adottato con deliberazione n. 65 la “Variante al RU per l’individuazione di un’area di trasformazione a destinazione commerciale produttiva denominata TRpr_04A sulla via Scansanese – Adozione ai sensi degli artt. 30-32 della LRT 65/2014”

– la DCC n. 65/2019 è pubblicata all’Albo Pretorio online del Comune a partire dal 08/07/2019 (art. 124 del D.Lgs. n. 267/2000 – “Pubblicazione delle deliberazioni”), ai fini del conseguimento dell’esecutività ai sensi del successivo art. 134, ed è successivamente consultabile e disponibile in via telematica sul sito Istituzionale del Comune, nella sezione “Consultazione Atti dell’Ente”, completa di allegati, al seguente link:

https://new.comune.grosseto.it/web/servizi/consultazione-atti-dellente/

SINTESI:

La variante persegue un obiettivo generale di sviluppo economico e sociale del contesto in cui si colloca oltre alla realizzazione, posta a carico del soggetto proponente la variante stessa, di interventi di messa in sicurezza della via Scansanese in prossimità dell’abitato, nello specifico: una rotatoria all’incrocio su via Scansanese con via dell’Olocausto e un’altra rotatoria, verificatane la fattibilità, di ingresso a Casalecci, o interventi, ad essa alternativi, di messa in sicurezza e riqualificazione della viabilità locale.

E’ stata redatta dal Servizio Pianificazione Urbanistica la scheda normativa TRpr_04A che accoglie, in parte, le richieste del soggetto proponente e prevede: superficie territoriale mq 12.642, superficie edificabile complessiva mq 3.600, superficie di cessione 15% s.t. mq 1896,superficie fondiaria 85% s.t. mq 10.746; la superficie edificabile complessiva comprende una media struttura con superficie di vendita non superiore a mq 1.499, spazi per la logistica di supporto alla struttura commerciale, uffici complementari all’attività insediata e distributore carburanti. La scheda di trasformazione prevede, inoltre, quale modalità di realizzazione degli edifici, la concessione diretta, previa convenzione, con pagamento del contributo di sostenibilità di cui agli all’art. 26 delle Norme di RU in aggiunta al contributo di cui all’art. 183 della LRT n. 65/2014, oltre interventi extra oneri di messa in sicurezza della viabilità consistenti nella realizzazione della rotatoria tra via Scansanese e via dell’Olocausto, della rotatoria all’ingresso di Casalecci o di interventi ad essa alternativi.

La variante, per i suoi contenuti, si configura come variante semplificata di cui all’art. 30, c. 2, della LRT. n. 65/2014, in quanto ha per oggetto previsioni interne al perimetro del territorio urbanizzato e non comporta modifiche al Piano Strutturale. La Relazione del Responsabile del Procedimento dà motivatamente atto della riconducibilità della variante alle fattispecie di cui all’articolo 30 e risulta allegata agli atti da adottare, ai sensi di quanto disposto dall’art. 32 della LRT n. 65/2014.

Ai sensi dell’art. 8, comma 5, della LRT n. 10/2010 e smi, con nota prot. 37257 del 06/03/2019, è stata inviata all’Autorità Competente in materia di VAS la richiesta di avvio della procedura di verifica della variante in oggetto e che l’Autorità stessa ha avviato le consultazioni con i soggetti SCA in data 18/03/2019. Con Provvedimento motivato n. 7 del 29 maggio 2019 è stata esclusa la presente variante dalla Valutazione Ambientale Strategica alle seguenti condizioni: “dovrà trovare riscontro l’applicazione dell’art. 14 della LRT 41/2018, nella Relazione geologica e/o nelle Norme Tecniche di Attuazione; che gli accertamenti di natura geologica vengano effettuati nella fase progettuale attuativa” (Allegato n. 1).

INFORMA CHE

– sarà osservato l’iter procedurale disposto dall’art. 32 della LRT n. 65/2014 che stabilisce che il Comune adotti le varianti al Regolamento Urbanistico e pubblichi sul BURT il relativo avviso, dandone comunicazione alla Regione e alla Provincia, sul sito internet del Comune e attraverso l’affissione di manifesti nel capoluogo e nelle frazioni;

– che gli interessati possono presentare osservazioni nei trenta giorni successivi alla pubblicazione sul BURT della deliberazione di adozione della presente variante, le osservazioni tardive non saranno esaminate in quanto pervenute oltre i termini previsti dalla legge;

– qualora non siano pervenute osservazioni, la variante diventerà efficace a seguito dell’avvenuta pubblicazione sul BURT dell’avviso che ne dà atto;

– la pubblicazione dell’avviso di deposito del provvedimento di adozione sul BURT Parte II è stata richiesta per il giorno 24/07/2019, con prot. n. 113606 del 16/06/2019;

Ai fini dell’informazione e comunicazione ai cittadini tutta la documentazione di cui alla DCC n. 65/2019 e relativi allegati è consultabile:

– presso il Servizio Pianificazione Urbanistica, in formato cartaceo, nei giorni ed orari di apertura al pubblico, martedì e giovedì, dalle ore 9:30 alle ore 12:30, e dalle ore 15:30 alle ora 17:00, Piazza Lamarmora n. 1, Grosseto

– è altresì visionabile nel sito istituzionale del Comune di Grosseto, nella sezione “Amministrazione Trasparente – Pianificazione e governo del Territorio – Elenco dei procedimenti in formato tabellare, raggruppati per strumento urbanistico (anni 2014-2015-2016-2017-2018-2019) – formato ODS”, (sottosezione “Varianti al Regolamento Urbanistico”) al seguente link:

http://web.comune.grosseto.it/comune/index.php?id=4029

in particolare:

la DCC n.65/2019 è raggiungibile al seguente link:

http://web.comune.grosseto.it/comune//fileadmin/user_upload/trasparenza/governo_territorio/CC_2019_65.pdf

gli allegati alla DCC n. 65/2019 sono file compressi in formato zip, raggiungibili al seguente link:

http://web.comune.grosseto.it/comune//fileadmin/user_upload/trasparenza/governo_territorio/all_CC_2019_65.zip

– la sintesi dei contenuti della variante in oggetto, può essere appresa consultando la Relazione del Responsabile del Procedimento, Dott.ssa Elisabetta Frati (elisabetta.frati@comune.grosseto.it) reperibile al link di cui sopra.

– la documentazione inerente la verifica di assoggettabilità a VAS è visionabile nel sito istituzionale del Comune di Grosseto, nella sezione “Amministrazione Trasparente – Pianificazione e governo del Territorio – “Valutazione ambientale strategica (VAS) di piani e programmi” al seguente link:

http://web.comune.grosseto.it/comune/index.php?id=4029

Si avverte che tali contenuti possono essere migrati e reindirizzati nel tempo ad altre pagine o siti web.

Per una forma di partecipazione digitale, in quanto più idonea a raggiungere chiunque abbia interesse a partecipare, si comunica il seguente indirizzo email al quale si possono far pervenire richieste di informazione e/o chiarimenti in merito all’oggetto:

indirizzo di posta elettronica del Garante dell’informazione e della partecipazione

garante.infopart@comune.grosseto.it

Grosseto, 16/07/2019

Il Garante dell’informazione e della partecipazione

Dott.ssa Barbara Rocchi