Elezioni Amministrative 2021

Qui potete trovare le informazioni relative alle prossime elezioni amministrative che si terranno nei giorni 03, dalle ore 07:00 alle ore 23:00, e 04 ottobre prossimo, dalle ore 07:00 alle ore 15:00, con eventualmente il turno di ballottaggio fissato per i giorni 17 e 18 ottobre 2021 con gli stessi orari.


Per i cittadini


► Dove si vota
► Tessera elettorale
► Come si vota
► Diritto di voto ed eleggibilità dei cittadini comunitari
► Agevolazioni tariffarie per i viaggi
► Voto a domicilio per gravi infermità
► Servizio di trasporto per gli elettori non deambulanti o portatori di handicap
► Avviso scrutatori

Per i candidati


► Presentazione delle candidature
► Propaganda elettorale
► Spese elettorali

Per i cittadini


Dove si vota

Ogni cittadino elettore, nelle elezioni o referendum, può esercitare il diritto di voto recandosi presso la sezione elettorale di appartenenza. Si allega il file dove sono indicate le ubicazioni delle sezioni elettorali nei plessi scolastici.

 

SEZIONI SITUATE IN CITTA’

 

UBICAZIONEPLESSO SCOLASTICOSEZIONE NUMERO
VIA DE’ BARBERISCUOLA MEDIA11113
PIAZZA ROSSELLI, 14SCUOLA MEDIA24
VIA GARIGLIANO, 16SCUOLA MEDIA35678
VIA CORELLI, 3SCUOLA ELEMENTARE9101214
VIALE GIOTTO, 5SCUOLA ELEMENTARE1516177275
VIALE EINAUDI, 6/ASCUOLA ELEMENTARE1819202374
VIA MEDASCUOLA MEDIA2122
VIA ANCO MARZIO, 13SCUOLA ELEMENTARE24252627
VIALE URANIO, 38SCUOLA MEDIA28293031323335
VIALE DE AMICISSCUOLA ELEMENTARE343637
VIA SICILIA, 16SCUOLA ELEMENTARE383940414243
VIA MONTEBIANCOSCUOLA ELEMENTARE44454648
VIA PORTOGALLO, 5SCUOLA MEDIA4749505152
VIA JUGOSLAVIASCUOLA ELEMENTARE535455565773
VIA SENESEOSPEDALE71
 

SEZIONI SITUATE NELLE FRAZIONI E CAMPAGNE

 

UBICAZIONEPLESSO SCOLASTICOSEZIONE NUMERO
ALBERESEEX SCUOLA MATERNA58
RISPESCIASCUOLA ELEMENTARE5960
MARINA DI GROSSETOSCUOLA ELEMENTARE616263
BRACCAGNISCUOLA ELEMENTARE6476
MONTEPESCALIEX SCUOLA ELEMENTARE65
BATIGNANOSCUOLA MATERNA66
ROSELLESCUOLA ELEMENTARE6768
ISTIA D’OMBRONESCUOLA ELEMENTARE6970

Rilascio della tessera elettorale

In previsione delle elezioni del Sindaco del Consiglio comunale fissate per i giorni 03 e 04 ottobre 2021 si invitano gli elettori a voler verificare per tempo il possesso della tessera elettorale, al fine di richiedere al più presto, ove necessario, il rilascio del duplicato, evitando di concentrare tali richieste negli stessi giorni delle votazioni.

Si rammenta agli elettori che se la tessera elettorale non risulta più utilizzabile in seguito all’esaurimento degli spazi ivi contenuti per la certificazione dell’esercizio del diritto di voto,  l’Ufficio Elettorale procede al rinnovo della predetta tessera esclusivamente su domanda degli interessati (art.4, comma 5, del D.P.R n.299/2000), previa esibizione della vecchia tessera completata.

L’Ufficio Elettorale sito in Via Saffi 17 è normalmente aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13,00 ed il martedì e giovedì anche dalle ore 15,00 alle ore 17,00.
Il rilascio della nuova tessera non ha costi, avviene immediatamente, previa esibizione della vecchia tessera elettorale e di un documento di identità valido.

Per eventuali informazioni: Tel. 0564 488725/724/720 email: ufficio.elettorale@comune.grosseto.it.

Approfondisci 


Come si vota

Il numero dei consiglieri da eleggere, è pari a  n. 32.

La scheda utilizzata, di colore azzurro, è la stessa sia per l’elezione del Sindaco che per il Consiglio Comunale.

L’elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto:

  • tracciando un solo segno sul nominativo del candidato alla carica di Sindaco o sul rettangolo che contiene il nominativo stesso. In tal modo il voto si intenderà attribuito solo al candidato Sin­daco;
  • tracciando un solo segno sul contrassegno di una delle liste di candidati al Consiglio Comunale collegate ad uno dei candidati alla carica di Sindaco. In tal modo il voto si intenderà attribuito, sia alla lista di candidati consiglieri, che al candidato Sindaco collegato;
  • tracciando un segno sia su uno dei contrassegni di lista che sul nominativo del candidato alla carica di Sindaco collegato alla lista votata. In tal modo il voto si intenderà attribuito tanto al candidato Sindaco che alla lista ad esso collegata;
  • tracciando un segno di voto sul rettangolo recante il nominativo alla carica di Sindaco ed un altro segno di voto su una lista di candidati consiglieri non collegata al candidato Sindaco prescelto (il così detto voto disgiunto).

Voto di preferenza

L’elettore può inoltre esprimere fino a  due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale scrivendo, sulle apposite righe stampate a lato di ogni contrassegno di lista, il nominativo di uno o  due candidati compresi nella lista da lui votata  (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome).

Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono riguardare candidati della stessa lista e di sesso diverso.

Turno di ballottaggio

L’eventuale turno di ballottaggio verrà effettuato nelle  giornate di domenica 17 e lunedì 18 ottobre 2021 qualora, al primo turno, nessun candidato a Sindaco abbia ottenuto la maggioranza assoluta (50% +1) dei voti validi.

La scheda per il ballottaggio contiene solo il nome ed il cognome dei due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti al primo turno, ed il voto si esprime tracciando un segno su uno dei due candidati.


Diritto di voto ed eleggibilità dei cittadini comunitari

I cittadini di uno stato membro dell’Unione Europea che intendono partecipare alle elezioni per il Sindaco e per il Consiglio Comunale del comune in cui sono residenti, devono presentare al Sindaco la domanda di iscrizione nelle apposite liste elettorali aggiunte entro e non oltre il 5° giorno successivo a quello di affissione del manifesto di convocazione dei comizi, se non hanno in precedenza formulato la suddetta istanza.

Per l’anno 2021, considerato che il manifesto di convocazione dei comizi elettorali sarà pubblicato in data 19/08/2021, il termine ultimo per l’iscrizione nelle liste elettorali aggiunte dei cittadini UE è fissato improrogabilmente al 24 agosto 2021

Requisiti

Possono presentare domanda i cittadini maggiorenni, in possesso di diritti politici (ovvero che non abbiano riportato condanne penali che implichino la perdita del diritto elettorale) residenti nel Comune di Grosseto ed appartenenti ai seguenti Stati:

AUSTRIA – BELGIO – BULGARIA – CIPRO – CROAZIA –  DANIMARCA – ESTONIA – FINLANDIA – FRANCIA – GERMANIA – GRECIA – IRLANDA – LETTONIA – LITUANIA – LUSSEMBURGO – MALTA – PAESI BASSI – POLONIA – PORTOGALLO – REPUBBLICA CECA – ROMANIA – SLOVACCHIA – SLOVENIA – SPAGNA – SVEZIA – UNGHERIA

Domanda

Oltre a nome cognome, luogo e data di nascita, dovranno essere espressamente dichiarati, nella forma prevista per la presentazione di istanze e dichiarazioni alla pubblica amministrazioni dall’art. 38 del D.P.R. 445/2000:

  • la cittadinanza
  • l’attuale residenza nel comune, nonché l’indirizzo nello stato di origine
  • la richiesta di iscrizione nell’anagrafe della popolazione residente del comune, se non già iscritti
  • la richiesta di iscrizione nelle Liste Elettorali Aggiunte
  • il possesso dei diritti politici
  • dovrà essere allegata copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità

L’iscrizione nelle liste elettorali aggiunte consente ai cittadini dell’Unione Europea l’esercizio del diritto di voto per l’elezione del Sindaco, del Consiglio Comunale, l’eleggibilità a consigliere e l’eventuale nomina a componente della Giunta del Comune in cui sono eletti consiglieri, con esclusione della carica di Vice Sindaco.

Le dichiarazioni devono essere redatte secondo l’apposito modulo predisposto dall’Amministrazione reperibile presso l’Ufficio Elettorale o scaricabile al seguente link.

Scarica il modulo

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre martedì 24 agosto all’Ufficio Elettorale posto in Via A. Saffi n. 17 mediante consegna a mano durante l’orario di apertura (orario: da lunedì a venerdì 8.30 – 13.00, martedì e giovedì anche il pomeriggio 15,00 – 17,00) previo appuntamento telefonando ai numeri 0564/488724 – 0564/488725; via email: ufficio.elettorale@comune.grosseto.it ; via PEC: comune.grosseto@postacert.toscana.it


Rimborsi ed agevolazioni tariffarie per i viaggi

I cittadini italiani maggiorenni, residenti all’estero, iscritti all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero) e nelle liste elettorali, possono esercitare il diritto di voto in tutte le elezioni che si svolgono in Italia. Se scelgono di ritornare a votare in Italia hanno diritto ad agevolazioni.


Voto a domicilio per gravi infermità

In previsione delle elezioni del Sindaco e del Consiglio Comunale del 3 e 4 ottobre, con eventuale turno di ballottaggio del 17 e 18 ottobre 2021, si comunica che gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l’ausilio dei servizi di cui all’articolo 29 della Legge 5 febbraio 1992, n.104 e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

L’elettore interessato deve far pervenire al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto una espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora, nel periodo fra martedì 24 agosto e lunedì 13 settembre 2021

Tale ultimo termine, tuttavia, in una ottica di garanzia del diritto di voto, costituzionalmente tutelato, deve considerarsi avere carattere ordinatorio e non perentorio, compatibilmente con le esigenze organizzative del  Comune.

La domanda di ammissione al voto domiciliare (che vale anche per l’eventuale turno di ballottaggio) , deve indicare l’indirizzo dell’abitazione in cui l’elettore dimora e, possibilmente,  un recapito telefonico, e deve essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’Azienda Sanitaria Locale.

Richiesta per voto domiciliare


Servizio di trasporto per gli elettori non deambulanti o portatori di handicap

In occasione delle consultazioni elettorali, a tutti gli elettori non deambulanti o portatori di handicap è garantito un servizio di trasporto con mezzo idoneo, al fine di raggiungere il seggio. Gli interessati, a partire dal sabato precedente il giorno delle votazioni, possono contattare l’Ufficio Elettore di via Saffi 17 ai numeri 0564/488724 – 725 – 702 per richiedere il servizio.


Avviso Scrutatori

I cittadini, già iscritti all’Albo degli scrutatori del Comune di Grosseto, che intendano candidarsi per le funzioni di scrutatore in occasione delle elezioni dirette del Sindaco e del Consiglio comunale del 03 e 04 ottobre 2021, con l’eventualità di un secondo turno di ballottaggio per la sola elezione del Sindaco (il 17 e 18 ottobre), devono presentare la propria disponibilità entro lunedì 06 settembre 2021.

Qualora il numero delle disponibilità risultasse superiore a quello degli scrutatori necessari, la Commissione elettorale comunale procederà con un sorteggio pubblico tra quanti hanno presentato la dichiarazione.

Avranno comunque la priorità le persone in stato di disoccupazione iscritte nell’elenco anagrafico al “Centro per l’impiego” di Grosseto e gli studenti.

Lo stesso sorteggio, eventualmente, sarà utilizzato anche per la nomina degli scrutatori “supplenti”.

Infine, nel caso in cui invece le dichiarazioni fossero inferiori a quelle degli scrutatori necessari, la Commissione procederà, previo sorteggio tra gli iscritti all’Albo, alla nomina degli  scrutatori necessari per completare la composizione dei seggi.

Le dichiarazioni, che potranno essere compilate secondo il modulo scaricabile di seguito e/o ritirabile presso l’Ufficio Elettorale o scaricabile da questa pagina, dovranno essere presentate entro il 06 settembre direttamente all’Ufficio Elettorale in via Saffi, 17 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13, e il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17) oppure inviate per email: ufficio.elettorale@comune.grosseto.it o per posta elettronica certificata:

comune.grosseto@postacert.toscana.it.

Scarica la dichiarazione


Per i candidati


Presentazione delle candidature

Popolazione (ultimo Censimento 2011 – Gazzetta Ufficiale n. 209 del 18 dicembre 2012): 78.630 abitanti

Consiglieri: 32

Numero di candidati in lista: da un minimo di 21 a un massimo di  32

Quote di genere: non inferiore ad 1/3 né superiore ai 2/3 dei candidati

Numero dei Presentatori della lista: non meno di 67, non più di 400

Di seguito è possibile scaricare la Pubblicazione n.1 inerente le istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature alle prossime elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021

Scarica la Pubblicazione n. 1


Propaganda elettorale

In vista dello svolgimento delle consultazioni elettorali del 3 e 4 ottobre 2021, si richiamano i principali adempimenti prescritti dalla normativa vigente in materia di propaganda elettorale.

1) Delimitazione ed assegnazione degli spazi per le affissioni di propaganda elettorale diretta
L’art. 1, comma 400, lettera h), della legge 27 dicembre 2013,n. 147 (legge di stabilità 2014), com’è noto, ha apportato modifiche alla legge 4 aprile 1956, t.212, per effetto delle quali sono stati soppressi gli spazi per le affissioni di propaganda indiretta e sono stati ridotti quelli per le affissioni di propaganda diretta.
Ciò premesso, le Giunte comunali, tra il 33° e il 31° giorno precedente quello della votazione, e quindi tra martedì 31 agosto e giovedì 2 settembre 2021, ai sensi degli artt. 2 e 3 della legge n.21211956 citata, devono individuare e delimitare, in ogni centro abitato con almeno 150 abitanti, gli spazi da destinare alle affissioni di stampati, giornali murali od altri e di manifesti di propaganda da parte dei partiti o gruppi politici che parteciperanno alle elezioni con liste di candidati.
Le Giunte devono poi provvedere all’assegnazione di uno spazio per ciascuna lista ammessa alla competizione elettorale entro due giorni dalla ricezione delle comunicazioni sulle ammissioni delle liste / candidature.
Affinché i comuni siano posti in grado di assegnare correttamente gli spazi, le Commissioni e sottocommissioni elettorali circondariali dovranno comunicare immediatamente le proprie decisioni (con i numeri d’ordine definitivi derivanti dal sorteggio/rimunerazione delle liste ammesse), oltre che alla Prefettura, anche ai sindaci dei comuni stessi.

Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 333 del 01 settembre 2021 sono stati individuati 20 spazi da destinare esclusivamente alla propaganda elettorale diretta da parte dei partiti e dei gruppi politici che partecipano direttamente alle competizioni elettorali per l’elezione del Sindaco ed il rinnovo del Consiglio Comunale.
Ecco le zone indicate:

CAPOLUOGO
• piazzale Salvo d’Acquisto (antistante la Scuola Elementare di Via Jugoslavia)
• viale Giotto
• viale Sonnino
• via Emilia angolo via Venezia Giulia
• via Monte Bianco
• via M. Scevola angolo via A. Marzio
• viale Uranio
• via Garigliano
• via F. Meda angolo Viale L. Einaudi
• via Portogallo
• via dei Barberi
• via Aurelia Antica angolo via A. del Sarto.

FRAZIONI
• Marina di Grosseto (via Baracca)
• Rispescia (via del Plebiscito)
• Alberese (piazza del Combattente)
• Istia d’Ombrone (via Moscona angolo via San Sebastiano)
• Roselle (piazza G. Paolo II angolo via delle Terme)
• Batignano (via Convento di Santa Croce angolo via M. Giacometti)
• Braccagni (via G. Albini)
• Montepescali (posteggio pubblico di via Del Cimitero Vecchio)

Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 345 del 09 settembre 2021 sono stati ripartiti ed assegnati, secondo l’ordine di ammissione comunicato dalla Commissione Elettorale Circondariale, gli spazi per la propaganda diretta:


CANDIDATO ALLA CARICA
DI SINDACO

LISTE COLLEGATE

ORDINE DI SPAZIO


EMANUELE PERUGINI

POLO CIVICO PER GROSSETO

1

INSIEME PER GROSSETO

2


MATTEO DI FIORE

POTERE AL POPOLO

3


ANTONFRANCESCO
VIVARELLI COLONNA

FRATELLI D’ITALIA

4

LEGA – SALVINI PREMIER

5

VIVARELLI COLONNA SINDACO

6

FORZA ITALIA – BERLUSCONI PRESIDENTE

7


MARCELLO CAMPOMORI

GROSSETO AL CENTRO

8


VALERIO PIZZUTI 

LIBERALI RIFORMISTI E SOCIALISTI

9


CARLO VIVARELLI

PRIMA GROSSETO – ITALEXIT CON PARAGONE

10


DARIO BIBBIANI

PARTITO COMUNISTA ITALIANO

11


LEONARDO CULICCHI

EUROPA VERDE

12

PARTITO DEMOCRATICO

13

GROSSETO CITTA’ APERTA

14

MOVIMENTO 5 STELLE

15


2) Riunioni elettorali e divieto di alcune forme di propaganda
Dal 30° giorno precedente quello della votazione, e quindi da venerdì 3 settembre 2021, ai sensi dell’art. 6 della legge n.21211956, sono vietati:
– il lancio o getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico;
– ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa, a carattere fisso in luogo pubblico, escluse Ie insegne delle sedi dei partiti;
– ogni forma di propaganda luminosa mobile.
Dal medesimo giorno, ai sensi dell’art. 7, primo comma, della legge 24 aprile 1975, n. 130, possono tenersi riunioni elettorali senza l’obbligo di preavviso al Questore.

3) Propaganda elettorale fonica su mezzi mobili
Da venerdì 3 settembre 2021, l’uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito solo nei termini e nei limiti di cui all’art. 7, secondo comma, della legge n. 130i 1975 citata.
Inoltre, ai sensi dell’art. 59, comma 4, del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada), come modificato dall’art. 49 del D.P.R. l6 settembre 1996, n. 610, la propaganda elettorale mediante altoparlante installato su mezzi mobili è subordinata alla preventiva autorizzazione del Sindaco o, nel caso in cui si svolga sul territorio di più comuni, del Prefetto della provincia in cui ricadono i comuni stessi.

4) Installazione di strutture fisse (c.d. gazebo)
L’utilizzazione di strutture fisse (c.d. gazebo) a fini di propaganda elettorale può essere consentita, ferma restando la disciplina vigente sull’occupazione degli spazi pubblici, per un più agevole esercizio di forme di propaganda consentite dalla legge, quali, ad esempio, la distribuzione di volantini o altro materiale di propaganda.
Tali strutture, tuttavia, stante il divieto di affissioni di manifesti al di fuori degli spazi consentiti o di altre forme di propaganda (luminosa o figurativa) a carattere fisso in luogo pubblico, sia all’interno che all’esterno non devono esporre raffigurazioni, fotografie, simboli, drappi, striscioni, manifesti, diciture o colori che direttamente o indirettamente richiamino formazioni politiche o candidati; tuttavia, si esprime l’avviso, come già rappresentato con precedenti circolari, che le bandiere dei partiti e movimenti politici non siano riconducibili a forme di propaganda a carattere fisso quando servano esclusivamente a identificare la titolarità del gazebo medesimo.

5) Uso di locali comunali
A decorrere dal giorno di indizione dei comizi elettorali, ai sensi degli artt. 19, comma l, e 20 delta legge l0 dicembre 1993, n. 515, i comuni, sulla base di proprie norme regolamentari e senza oneri a proprio carico, sono tenuti a mettere a disposizione dei partiti e movimenti politici presenti nella competizione elettorale, in misura eguale tra loro, i locali di proprietà già predisposti per conferenze e dibattiti.

6) Agevolazioni fiscali
Nei novanta giorni precedenti l’elezione, ai sensi degli artt. 18 e 20 della citata legge n. 515/1993, per il materiale tipografico, per l’acquisto di spazi d’affissione, di comunicazione politica radiotelevisiva, di messaggi politici ed elettorali su quotidiani e periodici, per l’affitto dei locali e per gli allestimenti e i servizi connessi a manifestazioni, commissionati dai candidati o dai rispettivi partiti/movimenti politici, si applica l’aliquota IVA del 4 per cento.

7) Limiti massimi delle spese elettorali dei candidati e dei partiti politici per le elezioni nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti
L’art. l3 della legge 6luglio 2012, n. 96, ha introdotto limiti di spesa per la campagna elettorale di ciascun candidato alla carica di sindaco, di ciascun candidato alla carica di consigliere comunale e di ciascun partito, movimento o lista che partecipa alle elezioni comunali nei comuni con popolazione superiore a Ì5.000 abitanti.
Agli stessi comuni il medesimo articolo ha esteso l’applicazione di alcune disposizioni contenute nella citata legge n. 515i2013, come modificata dalla anzidetta legge n. 9612012, riguardanti, tra l’altro, il regime di pubblicità e controllo delle spese elettorali, la nomina del mandatario elettorale e il sistema sanzionatorio per le violazioni dei limiti di spesa e per il mancato deposito dei consuntivi da parte di partiti, movimenti politici e liste.

8) Diffusione di sondaggi demoscopici
Nei 15 giorni precedenti la data di votazione, ai sensi dell’art. 8, comma 1, della legge 22 febbraio 2000, n. 28, e quindi a partire da sabato 18 settembre 2021, sino alla chiusura delle operazioni di voto, è vietato rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, anche se tali sondaggi siano stati effettuati in un periodo antecedente a quello del divieto.

9) Inizio del divieto di propaganda
Ai sensi dell’art. 9, primo comma, della legge n. 21211956 citata, nel giorno precedente e in quelli della votazione, e quindi da sabato 2 a lunedì 4 ottobre 2021, sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, le nuove affissioni di stampati, giornali murali e manifesti.
Inoltre, ai sensi del secondo comma del medesimo art. 9 della legge n.21211956, nei giorni della votazione, è vietata ogni forma di propaganda entro il raggio di 200 metri dall’ingresso delle sezioni elettorali.
E’ consentita la nuova affissione di giornali quotidiani o periodici esclusivamente nelle bacheche poste in luogo pubblico, purché regolarmente autorizzate alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi.

10) Rilevazioni di voto da parte di istituti demoscopici
L’attività di istituti demoscopici volta a rilevare, all’uscita dai seggi, gli orientamenti di voto degli elettori, a fini di proiezione statistica, non è soggetta a particolari autorizzazioni.
La rilevazione stessa, tuttavia, deve avvenire a debita distanza dagli edifici sedi di seggi e non interferire in alcun modo con l’ordinato afflusso e deflusso degli elettori.
Si ritiene, peraltro, che l’eventuale presenza di incaricati all’interno delle sezioni per la rilevazione dei risultati degli scrutini possa essere consentita, previo assenso da parte dei presidenti degli uffici elettorali di sezione (e solo per il periodo successivo alla chiusura delle operazioni di votazione), purché in ogni caso non venga turbato il regolare svolgimento dello scrutinio.


Spese elettorali

Di seguito è possibile scaricare il vademecum contenente le indicazioni circa le spese ed i rendiconti della campagna elettorale dei candidati alla carica di Sindaco, dei candidati alla carica di consigliere comunale e delle relative liste.

Vademecum spese e rendiconti


Archivio delle consultazioni elettorali



Allegati
ThumbNome fileKBUltima mod.
thumbnail domanda-cittadini-UE-voto-comunali_2021.pdf8109/08/2021
12:01
thumbnail scrutatore_dichiarazione_2021.pdf7009/08/2021
12:02
thumbnail pubb_01_amministrative_ed_2021.pdf1 85509/08/2021
12:04
thumbnail VADEMECUM_SPESE_ELETTORALI.pdf1 26131/08/2021
17:50