Demanio terrestre

Responsabile: Enza Bernardini

Contatti
Telefono ufficio: 0564 488829
Altri telefoni:
0564 488362
0564 488828
0564 488830
Fax: 0564 410109
Email: servizio.patrimonio@comune.grosseto.it
Indirizzo: Via Colombo, 5 - 58100 Grosseto

Orari di apertura
 
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
 
da
Lun
-
Mar
09:30
Mer
09:30
Gio
09:30
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
a
Lun
-
Mar
12:30
Mer
12:30
Gio
12:30
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
da
Lun
-
Mar
15:30
Mer
-
Gio
15:30
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
a
Lun
-
Mar
17:30
Mer
-
Gio
17:30
Ven
-
Sab
-
Dom
-
I PRECEDENTI ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO SONO TEMPORANEAMENTE SOSPESI FINO A NUOVA COMUNICAZIONE. Il servizio all'utenza esterna è garantito tramite contatti telefonici ai numeri 0564488824/826/827/795/828/829/830, indirizzo mail servizio.patrimonio@comune.grosseto.it, posta elettronica certificata.

Materie trattate

Beni demaniali art. 822 c.c. Sono i beni immobili o le universalità di mobili che appartengono a enti pubblici territoriali cioè allo Stato, alle Regioni, alle Province e ai Comuni. Sono demaniali solo i beni che la legge indica come tali e quelli a essi assimilabili. Il demanio si distingue in necessario e accidentale. I beni che fanno parte del demanio pubblico sono inalienabili e non possono formare oggetto di diritti a favore di terzi, se non nei modi e nei limiti stabiiti dalle leggi che li riguardano (art. 823 c.c.). I beni che costituiscono il patrimonio indisponibile del Comune non possono essere sottratti alla loro destinazione, se non nei modi stabiliti dalle leggi che li riguardano (art 828 c.c.). Si tratta pertanto di beni destinati ad un pubblico servizio, per i quali sussiste un limite alla alienabilità solo fino a quando dura la destinazione per fini pubblici. Gli altri beni che appartengono al patrimonio disponibile possono essere oggetto di tutti i rapporti di diritto privato e pertanto il Comune può affittarli, darli in locazione, venderli e costituire su di essi diritti reali ecc. E’ quindi possibile anche per i privati chiedere ed ottenere l’utilizzo (e, in alcuni casi, anche l’acquisto) di molti beni del patrimonio comunale. I rapporti con il Comune potranno essere di natura pubblicistica (concessioni) o privatistica (locazioni, affitti, ecc.) a seconda della appartenenza dei beni immobili ad una delle predette categorie.

Normativa

Il demanio si distingue in necessario e accidentale. I beni che fanno parte del demanio pubblico sono inalienabili e non possono formare oggetto di diritti a favore di terzi, se non nei modi e nei limiti stabiiti dalle leggi che li riguardano (art. 823 c.c.). – I beni che costituiscono il patrimonio indisponibile del Comune non possono essere sottratti alla loro destinazione, se non nei modi stabiliti dalle leggi che li riguardano (art 828 c.c.).