Notifica tramite messi comunali

Le pubbliche amministrazioni che intendo avvalersi dei messi comunali per notificare atti amministrativi e finananziari, devono fare specifica richiesta all’Ufficio, allegando doppia copia dell’atto da notificare, ed indicando i dati anagrafici del soggetto a cui va notificato l’atto (nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale) ed eventualmente la data entro cui notificare l’atto.

La richiesta deve essere inoltrata con un certo anticipo, rispetto la scadenza dell’atto da notificare, per posta ordinaria al Comune di Grosseto, piazza Duomo 1, 58100 Grosseto oppure tramite posta elettronica certificata a comune.grosseto@postacert.toscana.it, in questo caso i documenti devono essere firmati digitalmente ai sensi degli artt. 20 e 21 del D.Lgs. n. 82/2005.

La notifica dell’atto avviene nel rispetto di quanto stabilito dagli artt.137-145 del codice di procedura civile, che prevedono che il messo comunale si rechi presso la casa di abitazione (o anche presso il luogo di lavoro) e consegni l’atto al destinatario o a persone di famiglia o addette al ritiro, ai sensi dell’art. 139 c.p.c.

Nel caso in cui il messo non possa consegnare l’atto, deposita l’atto stesso presso la Casa comunale ai sensi dell’art. 140 c.p.c. Link Casa Comunale.

Se il destinatario risulta irreperibile, la notifica viene eseguita ai sensi dell’art. 143 c.p.c., ed il messo provvede a depositare l’atto sempre alla Casa comunale e la notifica si intende eseguita, nei confronti del destinatario, il ventesimo giorno successivo al deposito.

In ogni caso, il messo comunale certifica la notifica dell’atto – indicando il modo in cui l’atto è stato consegnato, la data, il luogo, il nome del consegnatario, ovvero i motivi che hanno portato al deposito in casa comunale – nella relazione di notifica, che è apposta in calce all’atto stesso e che viene firmata dal messo.

Al termine del procedimento il messo notificatore restituisce alla pubblica amministrazione richiedente gli originali degli atti notificati.

I soggetti destinatari dell’avviso di notifica possono ritirare l’atto presso l’Ufficio Messi oppure presso la Casa Comunale, secondo i rispettivi orari di apertura al pubblico.

Tempistica

L’atto viene notificato nel rispetto della tempistica indicata dalla pubblica amministrazione richiedente.

Costi

L’Ufficio richiede alla pubblica amministrazione che si é avvalsa del servizio di notifica, il rimborso delle spese come previsto dalla Legge n. 265 del 3 agosto 1999 e dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 3 ottobre 2006.

Normativa di riferimento

  • Codice di procedura civile artt. 137 e seguenti.
  • DPR. 600 del 29 settembre 1973
  • Legge 265 del 3 agosto 1999
  • Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze del 3 ottobre 2006