Terzo settore

Contatti
Responsabile: Loredana Repola
Telefono ufficio: 0564 488269
Fax: 0564 488480
Email: terzosettore@comune.grosseto.it
Indirizzo: Via degli Apostoli, 11 - 58100 Grosseto
Altri telefoni:
0564 488863
0564 488018
0564 488242 (sportello handicap martedì e giovedì 15.30-17.30)

Orari di apertura
 
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
 
da
Lun
10:00
Mar
10:00
Mer
-
Gio
10:00
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
a
Lun
12:30
Mar
12:30
Mer
-
Gio
12:30
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
da
Lun
-
Mar
15:30
Mer
-
Gio
15:30
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
a
Lun
-
Mar
17:00
Mer
-
Gio
17:00
Ven
-
Sab
-
Dom
-
Materie trattate

Cosa è il terzo settore
Rientrano nel Terzo Settore tutti quei soggetti (generalmente individuati nelle Organizzazioni di volontariato, nelle Cooperative sociali, nelle Associazioni di promozione sociale e nelle Fondazioni “pro-sociali”) che, facendo propri i criteri del “non profit” (assenza di finalità di lucro) ed agendo secondo logiche diverse da quelle delle Istituzioni pubbliche e da quelle delle imprese propriamente dette, svolgono attività di varia natura (nei campi dell’educazione, della sanità, dei servizi sociali, della tutela ambientale, etc.) attraverso forme di “partecipazione sociale”.

La normativa nazionale e la Regione Toscana riconoscono e regolano tre tipologie fondamentali di soggetti:

  • le cooperative sociali;
  • le organizzazione di volontariato (che possono avere anche forme giuridiche diverse dall’associazione);
  • le associazioni di promozione sociale.

Associazioni di Volontariato
Un’organizzazione di Volontariato opera esclusivamente per fini di solidarietà e per il raggiungimento di finalità di interesse generale, perciò si rivolge alla generalità della popolazione e non solo ai propri soci.

Le attività di Volontariato sono volte a prevenire e rimuovere situazioni di bisogno della persona e della collettività oppure si esplicano in servizi di rilevante interesse sociale, ai sensi della Legge 266/1991 e della L.R.T 28/1993.

Associazioni di Promozione Sociale
Un’Associazione di Promozione Sociale svolge attività di utilità sociale (in campo culturale, educativo, sportivo, ambientale, sociale, turistico, ricreativo, ecc.), a favore dei propri associati e di terzi, contribuendo alla crescita morale, sociale e culturale della collettività, e diventando, peraltro, strumento per la promozione di forme attive di cittadinanza, ai sensi della Legge 383/2000 e della L.R.T. 42/2002.

Cooperative Sociali
Secondo la definizione data dal legislatore nella Legge 8 novembre 1991, n. 381, art. 1 “le cooperative sociali o di solidarietà sociale hanno lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso:

  • la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi (Cooperative di “tipo A”).I servizi debbono essere finalizzati alla promozione umana ed all’integrazione sociale dei cittadini, come interesse generale della comunità. Tale funzione, in concreto, viene svolta da quei servizi sociali ed assistenziali, scolastici di base e di formazione professionale, sanitari di base e ad elevata integrazione socio-sanitaria, tutti di rilevanza costituzionale;
  • lo svolgimento di attività diverse – agricole, industriali, commerciali o di servizi – finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, nella duplice prospettiva di realizzarne l’integrazione sociale con modalità produttive e non meramente assistenziali. (Cooperative di “tipo B”).
Normativa
  • L. n. 266/1991 – Legge quadro sul volontariato
  • L.R. n. 28/1993 – Norme relative ai rapporti delle organizzazioni di volontariato con la Regione, gli Enti locali e gli altri Enti pubblici – Istituzione del registro regionale delle organizzazioni del volontariato
  • L.R. n. 87/1997 – Disciplina dei rapporti tra le cooperative sociali e gli enti pubblici che operano nell’ambito regionale
  • L. n. 383/2000 – Disciplina delle associazioni di promozione sociale
  • L.R. n. 42/2002 – Disciplina delle Associazioni di promozione sociale. Modifica all’articolo 9 della legge regionale 3 ottobre 1997, n.72 (Organizzazione e promozione di un sistema di diritti di cittadinanza e di pari opportunità: riordino dei servizi socio-assistenziali e socio-sanitari integrati)
  • D.Lgs. n. 117/2017 – Codice del Terzo Settore
Link utili
Documentazione di interesse

Linee guida per la stesura di atto costitutivo e statuto