Cresce ancora l’utile delle Farmacie comunali di Grosseto. Confermato il Cda

25 Giugno 2020

Gli effetti del lockdown forzato per l’emergenza Covid-19 si faranno sentire sul prossimo bilancio, ma intanto il consuntivo 2019 – approvato dall’assemblea dei soci – segna un altro utile in crescita per le Farmacie comunali di Grosseto. Il bilancio riferito all’anno passato, infatti, fa registrare un utile d’esercizio pari a 981.010 euro al lordo delle imposte, 684.296 euro al netto delle imposte, che segue il costante trend di crescita del 2018 (516.166 euro di utile netto) e del 2017 (503.827 euro), nonostante la pesante crisi economico-finanziaria del Paese. E così Farmacie comunali riunite di Grosseto – società controllata al 50,6% dal Comune di Grosseto con il socio privato Farvima (49%) e la partecipazione del Comune di Scansano (0,4%), che gestisce sei farmacie in città più un dispensario a Batignano – vede il rinnovo del mandato al Consiglio d’amministrazione, composto dal presidente Leonardo Lazzerini con l’amministratore delegato Simona Laing, il vicepresidente Sandro Marrini e i consiglieri Francesca Peri e Renato De Falco.
«Farmacie comunali è un’azienda in salute – dicono il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alle Partecipate del Comune di Grosseto, Giacomo Cerboni – e anche quest’ultimo bilancio consuntivo fa registrare un utile che va oltre ogni previsione. Un risultato storico, non soltanto in riferimento ai tre anni di mandato di questo Cda ma anche rispetto ai precedenti risultati dell’azienda, che porta nelle casse del Comune di Grosseto una somma importante. La reinvestiremo integralmente a sostegno dell’economia cittadina, per far fronte alla crisi post-Covid. Anche per questo, con piena soddisfazione dell’amministrazione comunale, l’intero Cda viene confermato. La sinergia con il socio privato funziona, come dimostrano l’apertura della nuova Farmacia comunale 7 al Centro commerciale Maremà e il rinnovo dei punti vendita come nel caso della Farmacia comunale 4: una visione comune che porta frutti. Sappiamo ovviamente che l’anno prossimo i risultati non saranno questi, perché purtroppo soffriamo già di un inevitabile calo di fatturato per l’emergenza Covid che stiamo vivendo, ma i risultati dell’azienda sono comunque eccezionali». Tanto che per i dipendenti è in arrivo un riconoscimento. «Abbiamo stabilito – confermano Vivarelli Colonna e Cerboni – di conferire un premio straordinario ai dipendenti impiegando parte degli utili: una cifra simbolica, per ognuno di loro, perché è proprio grazie a loro che siamo riusciti a raggiungere questi risultati. È una proposta dell’amministrazione comunale pienamente condivisa dal socio privato».
Un risultato all’insegna della continuità. «Al termine di questo primo mandato triennale – dichiara il presidente Leonardo Lazzerini con l’ad Simona Laing e gli altri componenti del Cda: il vicepresidente Sandro Marrini, Francesca Peri in rappresentanza del Comune e Renato De Falco per il socio privato – non possiamo che essere soddisfatti dei frutti estremamente positivi della gestione, un perfetto connubio tra parte pubblica e privata che ha permesso di conciliare nel modo migliore la presenza sul mercato e il ruolo sociale che un’azienda farmaceutica municipalizzata deve necessariamente avere, con tanti servizi di qualità a disposizione dei cittadini. Ringraziamo tutti i dipendenti dell’azienda per la professionalità e la dedizione: insieme riusciremo a superare i momenti difficili che ci sono stati e che ci saranno per l’emergenza sanitaria». L’impegno al servizio del cittadino, durante il lockdown, è stato necessariamente ancor più intenso: oltre alla consueta consegna gratuita a domicilio dei farmaci (sempre a disposizione chiamando il numero 800 60 8337), la Farmacia comunale 3 di via dei Mille – aperta sette giorni su sette, h24 – ha messo a disposizione la possibilità di ordinare telefonicamente e poi ritirare i prodotti senza dover fare la fila nel punto vendita.