Contributo a sostegno canone di locazione

CONTRIBUTO A SOSTEGNO CANONE DI LOCAZIONE

Descrizione

Contributo economico previsto dalla Legge 431/98 per agevolare il canone d’affitto per l’abitazione in cui si ha la residenza. Il Comune di Grosseto, successivamente ai parametri indicati dalla Regione Toscana, indice annualmente un bando di concorso a cui possono partecipare coloro che, residenti nel Comune, sono titolari di regolare contratto di locazione ad uso abitativo, con indicatore ISE/ISEE dal quale risulti che la situazione reddituale/patrimoniale del nucleo familiare non superi i parametri indicati dalla Regione stessa. Le risorse destinate  a finanziare tale intervento provengono sia dal bilancio comunale che dal trasferimento di quote da parte della Regione Toscana. Tutti i requisiti necessari per partecipare, con la relativa documentazione, sono indicati nel Bando di Concorso che viene pubblicato, durante il periodo di apertura, su questo portale unitamente ai documenti per la partecipazione.

Modelli di domanda e relativi allegati

I modelli di domanda e i relativi allegati sono scaricabili da questo sito oppure reperibili in formato cartaceo presso l’ URP – Ufficio Relazioni con il Pubblico (Corso Carducci, 1A/3). La domanda va presentata esclusivamente sui modelli predisposti dal Comune per l’anno a cui si riferisce il contributo.

Si ricorda che la domanda di partecipazione al bando deve essere firmata, compilata correttamente in ogni sua parte, corredata dal documento d’identità del richiedente, dagli allegati eventualmente necessari e da tutti i documenti richiesti dal bando.

La domanda priva di firma, del contratto di locazione registrato e del documento d’identità del richiedente è NULLA.

Modalità di presentazione

  • A mano presso l’Ufficio Servizi Sociali in Via degli Apostoli, 11, previo appuntamento ai seguenti numeri telefonici 0564/488862 – 0564/488586. La busta chiusa contenente la domanda deve riportare, pena l’esclusione, la seguente dicitura:”DOMANDA CONTRIBUTO AFFITTO 2021”

  • Inviate tramite PEC alla casella di Posta Elettronica Certificata del Comune di Grosseto comune.grosseto@postacert.toscana.it. Nell’oggetto della PEC deve essere indicato, pena l’esclusione, il nominativo del richiedente il contributo firmatario della domanda

Formazione graduatorie

Dopo la chiusura del bando, vengono valutate tutte le domande e viene stilata una graduatoria provvisoria comprendente le due fasce di reddito (A e B). Le suddette fasce si riferiscono all’incidenza del canone annuo sul valore ISE, così come riportato nel bando annuale.

Si ricorda che il singolo concorrente potrà verificare la propria posizione in graduatoria cercando il numero di ricevuta assegnato dall’Ufficio al momento della consegna della domanda.

Dal momento della pubblicazione della graduatoria provvisoria potranno essere presentati eventuali ricorsi esclusivamente nei termini fissati dal bando. Successivamente viene stilata la graduatoria definitiva. Entro la fine di Febbraio, i richiedenti inseriti nella graduatoria definitiva, ritenuti in posizione utile per ottenere il contributo, devono presentare le ricevute relative al canone pagato per l’anno in oggetto secondo le modalità stabilite nel bando relativo.

Successivamente il Comune provvede alla liquidazione del contributo in un’unica soluzione, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, secondo l’ordine di graduatoria e dei criteri di priorità.

Contatti per informazioni

Recapiti telefonici: 0564/488873 – 488018
Indirizzo email: bando.affitti@comune.grosseto.it

Bando per l’assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione anno 2021

Al momento della pubblicazione, il Bando sarà consultabile sia in questa sezione che nell’home page del Comune di Grosseto, sotto la voce “Novità”.

Bando Regione Toscana Giovanisì contributo per il raggiungimento dell’autonomia abitativa

La Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, favorisce il raggiungimento dell’autonomia abitativa dei giovani tra i 18 e i 34 anni, residenti in Toscana da almeno due anni nel nucleo familiare d’origine e non ancora titolari di un contratto di locazione. Il bando per il contributo all’affitto sostiene i giovani toscani ad uscire dal proprio nucleo familiare, mediante un contributo triennale per il pagamento del canone di locazione, erogato in quote semestrali anticipate. L’importo del contributo varia da un minimo annuale di 1.800 euro (150 euro al mese) finoad un massimo di 4.200 euro (350 euro al mese), in base ai requisiti previsti dal bando. Possono partecipare persone singole, coppie (sposate o conviventi), o due o più giovani che hanno deciso di convivere.