Somministrazione alimenti e bevande, circoli

Responsabile: Rosaria Leuzzi

Contatti
Telefono ufficio: 0564 488846
Altri telefoni:
0564 488852
0564 488853
Fax: 0564 488817
Indirizzo: Via Colombo, n. 5, 58100 Grosseto (GR)

Orari di apertura
 
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
 
da
Lun
09:30
Mar
09:30
Mer
-
Gio
09:30
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
a
Lun
12:30
Mar
12:30
Mer
-
Gio
12:30
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
da
Lun
-
Mar
-
Mer
-
Gio
-
Ven
-
Sab
-
Dom
-
 
a
Lun
-
Mar
-
Mer
-
Gio
-
Ven
-
Sab
-
Dom
-
IMPORTANTE - A causa dell'emergenza Coronavirus, l'ufficio è chiuso al pubblico; i dipendenti lavorano da casa in attuazione del progetto di lavoro agile approvato con determinazione del Dirigente del Settore Entrate, Patrimonio e Servizi al Cittadino ed alle Imprese. Tutti i dipendenti possono essere contattati via telefono, email e Pec.

La presentazione delle istanze, secondo le modalità di seguito indicate, deve essere effettuata esclusivamente tramite l’utilizzo del portale telematico SUAP

Materie trattate
  • Somministrazione di alimenti e bevande
    Scia/comunicazione per Apertura, trasferimento, subingresso, variazione, ampliamento o diminuzione di superficie, cessazione: L.R.T. 62/2018.
    D.M.17.12.1992 n. 564 “Regolamento concernente i criteri di sorvegliabilità dei locali adibiti a pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande”
  • Somministrazione di alimenti e bevande – Attività temporanea
    Sagre e Feste, art. 52 L.R.T. 62/2018. Regolamento per la disciplina delle sagre e delle feste, adottato con Deliberazione del C.C. n. 165 del 30.11.2018.
    Si rimanda alla sezione Sagre e Feste.
  • Somministrazione di alimenti e bevande in attività non soggette a requisiti comunali
    Attività svolte congiuntamente ad attività principali presso sale giochi, impianti sportivi, mense aziendali, scuole, ospedali, al domicilio del consumatore, ecc.. (art. 53 L.R.T. 62/2018). Scia/comunicazione per aperture, trasferimenti, subingressi, variazioni, ampliamento o diminuzione di superficie, cessazione.
  • Somministrazione mediante distributori automatici. (art. 54 L.R.T. Toscana 62/2018)
    Scia/comunicazione per Apertura, trasferimento, subingresso, variazione, ampliamento o diminuzione superficie.
  • Somministrazione di alimenti e bevande a favore dei soci dei circoli
    Associazioni e circoli aderenti e non aderenti ad enti o organizzazioni nazionali aventi finalità assistenziali (art. 53 L.R.T. 62/2018 e D.P.R. n. 235 del 4.4.2001). Scia/comunicazione per Aperture, subingresso trasferimenti , variazioni, subingressi.
Requisiti personali per le attività di somministrazione di alimenti e bevande

L’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande nelle forme previste dalla L.R.T. 62/2018 è subordinato al possesso dei requisiti di onorabilità di cui all’art. 71, commi da 1 a 5 del D.lgs 26 marzo 2010 n. 59 e altresì necessario nono trovarsi nelle condizioni previste dagli articoli 11, 92 e 131 del R.D. 18 giugno 1931 n. 773 T.U.L.P.S..
Per l’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande è richiesto il possesso dei requisiti professionali di cui all’art. 71 comma 6 del D.lgs 59/2010

EMERGENZA COVID-19 - IN EVIDENZA

Il D.P.C.M. 14 gennaio 2021, al quale si rimanda per una lettura esaustiva, ha rinnovato le misure di contenimento del contagio da COVID-19, prevedendo all’art.1 misure valide sull’intero territorio nazionale, ed agli articoli 2 e 3 misure progressivamente più incisive, applicate nelle Regioni individuate con ordinanza del Ministro della Salute. Le disposizioni del predetto decreto si applicano dalla data del 16 gennaio 2021 e sono efficaci fino al 5 marzo 2021; in sostituzione del precedente  Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2020.

A seguito di nuova Ordinanza Ministeriale, dal 14 febbraio 2021 la Toscana è in “ZONA ARANCIONE“, di conseguenza, con riferimento alle attività di somministrazione di alimenti e bevande, si ricorda che: Ai sensi dell’Art. 2, comma 4, lettera c) del D.P.C.M. 14 gennaio 2021: «Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale a condizione che vengano rispettati i protocolli o le linee guida diretti a prevenire o contenere il contagio. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonchè fino alle ore 22:00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ATECO 56.3 e 47.25 l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18:00. Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 e E55, negli ospedali, negli aeroporti, nei porti e negli interporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro».

Si ricorda inoltre che ai sensi dell’Art. 1, comma 10, lettera n) del D.P.C.M. 14 gennaio 2021: «[…] Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose. […] Sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi».

Di seguito, i riferimenti di legge:

EMERGENZA COVID-19 - RIAPERTURA ATTIVITA'

Il D.P.C.M. 24 ottobre 2020 – Allegato 9 – “Linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome dell’8 ottobre 2020” reca un aggiornamento delle linee guida per la riapertura. Di seguito un estratto relativo alle attività di somministrazione, da considerarsi per le tipologie ammesse.

RISTORAZIONE – LINEE GUIDA 24.10.2020

Si informa che l’allegato 1 del D.P.C.M. 14 luglio 2020 ha approvato le nuove “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative
della Conferenza delle Regioni e delle province autonome del 14 luglio 2020”. Viene pubblicato di seguito un estratto relativo alla tipologia di attività di competenza di questo ufficio.

RISTORAZIONE – LINEE GUIDA 14.07.2020

Si informano gli operatori che intendono riprendere ad esercitare la propria attività che devono attenersi alle “Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive” di cui all’allegato 17 al D.P.C.M. 18 maggio 2020, del quale viene pubblicato di seguito un estratto relativo alla tipologia di attività di competenza di questo ufficio.

RISTORAZIONE – LINEE GUIDA 18.05.2020